ThailandiaThailandia
Forgot password?

Da vedere in Thailandia

Quanto tempo avete? Perchè per rispondere alla domanda “cosa vedere in Thailandia” ne occorre tanto!
Cerchiamo insieme di trovare almeno quelle destinzioni imperdibili che ci faranno ricordare per sempre questo paese.

Spiagge incontaminate, parchi sempreverdi, vedute panoramiche mozzafiato su lande meravigliose: è davvero difficile trovare sul nostro pianeta un altro luogo come questo, dal fascino così vario, capace di regalare emozioni forti ad ogni visitatore, anche al più esigente.

Nei piccoli villaggi storia e tradizione svelano il carattere e la personalità della civiltà Thai (letteralmente “liberi”), lo spirito di un popolo fiero e combattivo capace, nella sua lunga storia, di mantenere l’indipendenza di stato sovrano anche nell’era del colonialismo “prepotente”.

In Thailandia il fascino della storia, della religione e della cultura si amalgama, in una perfetta armonia e sintesi, con la modernità.

La capitale Bangkok, metropoli moderna, ricca e vivace, capace di crescere in maniera vertiginosa negli ultimi decenni: una crescita che l’ha portata  essere uno dei centri di potere economico e commerciale più importanti dell’intero continente.

IsoleVisitare la zona degli imponenti templi è d’obbligo: il Palazzo Reale, con i suoi mille mosaici e le decorazioni di oro e marmo finissimo, è una delle migliori espressioni del valore del patrimonio storico e artistico del Paese.

Da vedere anche il mercato dei fiori che si svolge, ogni sera, nelle caratteristiche strade del centro della città.

Non solo la metropoli Bangkok.

Il viaggio continua alla scoperta delle antiche capitali del Nord attraverso itinerari molto suggestivi fra centri archeologici e parchi naturali: Chiang Mai, Sukhotay e Ayutthaya.

Città intrise di storia e di cultura, immerse nella giungla quasi impenetrabile, sedi del continuo laborio di intraprendenti artigiani locali. In questa regione è possibile fare un viaggio nel tempo vivendo a stretto contatto con le popolazioni locali: riti, danze e usanze di altri tempi che “raccontano” le storie di tribù quasi del tutto scomparse.

Storia, cultura, arte e tradizione fra passato e modernità. E poi il mare e le numerose spiagge.

L’isola di Phuket è sicuramente la destinazione più gettonata della Thailandia. Non è da meno la città di Pattaya, località balneare molto frequentata dai turisti europei, sede di numerosi e pittoreschi locali notturni.

Se si desidera, invece, un soggiorno in pieno relax, allora la destinazione è la stazione balneare di Hua Hin, nel sud del Paese, sede della spiaggia più “selvaggia” e caratteristica, quella di Cha Am.

Altre spiagge bianche e intatte, insieme a suggestivi isolotti immersi nelle acque calde dell’Oceano Indiano, sono visitabili spostandosi più a sud, nei pressi della località di Krabi.

Destinazioni da non perdere

Rivivere il fascino di antiche civiltà, toccare con mano la sacralità del luogo, lo spirito religioso di un popolo orgoglioso, perdersi nella natura incontaminata di vasti parchi, osservare il sole nascondersi fra i monti, scoprire la varietà di fondali e poi adagiarsi sulla soffice sabbia bianca: un angolo di Paradiso chiamato Thailandia!