ThailandiaThailandia
Forgot password?

Suphan Buri o Suphanburi, provincia thailandese

Suphan BuriSuphan Buri affascinante e storica provincia della Thailandia Centrale; dall’alto dei 123 metri d’altezza della Banharn-Jamsai Tower potrete ammirare il panorama dell’antichissima e mitica Città Dorata .

Ne è simbolo il Santuario della Colonna che, originariamente costruito in stile thai, ha oggi l’aspetto di un padiglione cinese e ospita una veneratissima statua di Visnu’ scolpita nella pietra verde.

A farla da padroni qui sono la natura e la storia: ammirerete un paesaggio punteggiato da montagne ma in gran parte costituito da distese pianeggianti solcate da fiumi.

Il piu’ importante, il Tha Chin, vede sorgere sulle sue rive i piu’ bei templi buddhisti della provincia e da origine, nel sud-est, alla zona delle risaie: alla tradizionale coltivazione del riso é dedicato il Museo Nazionale dei Produttori Di Riso.

Il fiume Tha Chin ha inoltre formato uno dei tesori naturali da scoprire: il lago Bueng Chawak. Oltre a foreste e giardini di orchidee, da vedere sono il Buen Chawak Aquarium e uno zoo con coccodrilli, tigri, leoni ed elefanti.

Suphan Buri monumentoAltra perla naturale da esplorare é il Phu Toei National Park che occupa una zona montuosa fittamente ricoperta da pini e palme cicadifite giganti che nascondono una miriade di cascate, grotte e il villaggio buddhista di Karen i cui abitanti vivono della produzione artigianale di tessuti e abiti tipici.

Suphan Buri é una delle piu’ importanti province della Thailandia a livello storico, essendo stata nel passato terra di confine tra antichi regni e palcoscenico di conflitti che ivi hanno lasciato tracce e reperti di grande importanza come il Monumento di Don Chedi, dove, sullo sfondo di una pagoda si erge la statua memoriale del Re Condottiero Nasruan il Grande a dorso d’elefante.

Numerosissimi sono i templi buddhisti: variamente decorati con pitture murali rappresentanti scene di vita del profeta, nella maggior parte si trovano impronte del suo piede riprodotte nei piu’ svariati materiali.

Da non perdere quelli Wat Suwannahphur, sede di un museo ricco di antichità e reperti storici e religiosi; il Wat Phra Non, dove una rarissima statua rappresentante il Buddha Sdraiato vi accoglie in questo santuario dedicato ai pesci; il Wat Phra Rub dove si trova il Buddha con il viso piu’ clemente e gioioso di tutta la Thailandia e il Wat Khae con i suoi giganteschi alberi di tamarindo e le sue casette in stile thai.

Suphan Buri cittaCompletano l’esperienza dei sensi le specialità culinarie locali: sullo sfondo della storia, la religione e la straordinaria natura, fermatevi a gustare i piatti di freschissimo pesce e la celebre torta Sali Suphan a base di funghi, bambu’ e carne e pesce essicati al sole.