ThailandiaThailandia
Forgot password?

Quando andare in Thailandia

Qual è il periodo migliore per andare in Thailandia?

Per sapere quando andare in Thailandia  è bene conoscerne clima e temperature e organizzare così il vostro viaggio senza sorprese.

Sviluppata in senso meridiano, la Thailandia ha un clima tropicale con venti monsonici.

Il periodo migliore per visitare questo paese è la stagione più fresca e asciutta, da novembre a febbraio.

Il monsone in arrivo da Nord-Ovest regala temperature più accessibili e piacevoli. Se potete scegliere in  libertà i mesi per una vacanza in Thailandia, allora prenotate per febbraio o marzo. Eviterete il turismo di massa che si accalca tra agosto e dicembre e godrete di un clima migliore.

A parte questa stagione secca, il clima qui si caratterizza per un caldo meno sopportabile da marzo a metà maggio per arrivare alla temuta stagione delle piogge che va da giugno ad ottobre.

Se però la vostra destinazione di viaggio è la Thailandia del Sud, sarà necessario un periodo differente.
Per visitare questa parte del paese è preferibile optare per marzo, aprile e maggio. Nel resto del paese il caldo sarà insopportabile mentre in questa zona godrete di un clima più piacevole. Qui anche la stagione fredda dura un po’ meno mentre si allunga di un paio di mesi quella delle piogge. Non di rado su questa regione si abbattono cicloni e violenti temporali.

Spiaggia e mareSe il vostro itinerario è invece più al Nord, allora i periodi migliori sono quelli che vanno dalla fine di novembre all’inizio di dicembre o il mese di febbraio, quando la temperatura inizia a risalire.

Se siete diretti in Thailandia molto probabilmente vorrete andare a visitare Bangkok: se è così evitate aprile e ottobre. Durante il primo il caldo e l’umidità sono insopportabili; nel secondo le piogge torrenziali vi accompagnerebbero per tutto il viaggio.

Per maggiori informazioni su clima e temperature leggete i nostri approfondimenti a questa pagina web: Clima, meteo e temperature in Thailandia.

Per decidere quando andare potete anche dare un’occhiata anche alle feste tradizionali.

Ad aprile si festeggia il Songkran ossia il capodanno thailandese: una festa molto divertente durante la quale si lavano le statue del Buddha e si schizza acqua per onorari i monaci e gli anziani. Se il vostro viaggio non dipende quindi dal clima ma dalla curiosità verso una cultura diversa e stupefacente, allora a maggio visitate Bangkok: assisterete all’apertura ufficiale della stagione delle risaie da parte del re attraverso un tradizionale rituale bramano.

La raccolta del riso è festeggiata da settembre a maggio in varie feste lungo tutto il paese.
A settembre e ottobre potrete assistere alle giornate vegetariane che si tengono a Phuket e a Trang. 

Per nove giorni i buddisti cinesi seguono questa dieta e tengono cerimonie nei templi. A novembre si tiene infine a Surin il raduno degli elefanti: una festa caratteristica della Thailandia.

Per qualsisai evenienza mettete comunque in valigia un impermeabile: la giornata può cambiare e potreste dover affrontare qualche rovescio improvviso.